Il nostro sindacato dei Pensionati inizia l'impegno per un dialogo efficace e produttivo con le giovani generazioni.
Giovedì 17 novembre 2016, presso la Sala del Forum di Bressanone, si è svolto il nostro convegno sull'intergenerazionalità dal titolo “Relazioni tra le generazioni: necessità e scelte”, alla presenza del nostro Segretario Generale Gigi Bonfanti e una platea di 100 persone. Questo convegno è stato voluto fortemente per trattare e analizzare un tema molto attuale e delicato: il rapporto tra le generazioni, soprattutto il rapporto tra giovani e anziani. In una società, manipolata anche da mass media, intenzionata a tenerli divisi e in lotta l'uno con l'altro, noi volevamo essere un collegamento, far scoprire loro che insieme possono fare molto e possono fare la differenza. L'idea è nata seguendo le orme di un appuntamento ormai consolidato organizzato dal sindacato dei pensionati nazionale, il Festival delle Generazioni di Firenze, il quale è giunto ormai alla terza edizione. Tre giorni culturali, ludici e ricchi di eventi letterari, teatrali e di commedia, in cui i volontari anziani e giovani delle varie regioni collaborano insieme per aiutare a realizzare un evento atto appunto a far incontrare e conoscere le due generazioni.
Il convegno prevedeva una parte teorica durante la mattinata, con gli interventi di Peter Litturi e del nostro Segretario Bonfanti, e una parte pratica il pomeriggio, in cui i partecipanti sono stati divisi in tre gruppi di lavoro. Ogni gruppo aveva un tema legato all'intergenerazionalità si cui riflettere e discutere: il co-housing, ovvero il co-abitare di anziani e giovani in uno stesso stabile o appartamento; il progetto “Foto delle Generazioni”, in cui si analizzava l'invecchiamento attraverso fotografie che ritraevano volti di persone dalla prima infanzia alla vecchiaia; e infine la caring community, cioè una comunità che “si prende cura”, sia di sé stessa che degli altri. L'obiettivo che ci eravamo prefissati non era organizzare un convegno fine a sé stesso, che si sarebbe concluso la sera di quel 17 novembre. No, la nostra intenzione era iniziare a far riflettere le persone su questa tematica e gettare le basi per un progetto più ampio e di lunga durata, coinvolgendo anche i giovani.
Il convegno ha avuto senz'altro un esito positivo e possiamo ritenerci soddisfatti. Ora tocca a noi trasformare in azioni e iniziative tutte le idee e i buoni propositi che sono emersi dalle comunicazioni, dalle relazioni dei gruppi di lavoro in assemblea plenaria e dalle discussioni che ne sono derivate. L'impegno che si siamo presi è di rimanere focalizzati sull'obiettivo,cercando di concorrere alla costruzione di una società coesa in cui l'intergenerazionalità fa parte della quotidianità.

ALBUM COMPLETO

Condividi questa pagina:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn